Triplice frontiera Amazzonica : Colombia, Perù, Brasile. A proposito delle nuove disposizioni sulla gestione forestale nei tre paesi. 2006

OGNI ALBERO CHE CADE

 

Triplice_frontiera_legge_forestale 

Leggi e Scarica l’intero Documento

 

<<Il 13 Dicembre del 2005 nella città di Leticia, capitale dello stato Amazonas in Colombia, crocevia e punto di incontro tra tre nazioni, Colombia, Perù e Brasile vari rappresentanti di organizzazioni, indigeni,  studenti e professori delle tre nazioni si sono confrontati sul tema della gestione della foresta amazzonica in relazione alle  nuove normative relative. In Colombia e in Brasile si trattava ancora di un progetto di legge mentre in Perù le nuove normative erano presenti dall’ anno 2000   con disastrosi risultati per le popolazioni locali e l’ecosistema come presentatoci dal gruppo della Red Loretana Ambiental.  

Nel comunicato conclusivo dell’evento, i partecipanti manifestavano che “ le leggi forestali sono un rischio che minaccia di frammentare e distruggere l’Amazzonia, non perché sia nelle loro intenzioni, ma perché gli stati non hanno la capacità di proteggere l’Amazzonia  e fare applicare le leggi” e in conseguenza si chiedeva di “non promulgare o applicare nuove leggi che possono danneggiare la biodiversità e le culture di questa regione, senza prima consultare direttamente le comunità come sancito dalla legge 169 dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro”

Alcuni mesi dopo, rispettivamente Febbraio e Marzo del 2006, in Brasile e in Colombia sono state approvate le leggi forestali, nonostante critiche, obiezioni suscitate all’interno di entrambi i paesi, e senza che, come fanno notare organizzazioni indigene, ambientaliste e che tutelano i diritti umani in Colombia, si facessero le rispettive consultazioni dentro le comunità indigene, contadine e afrodiscendenti

Brevemente, presentiamo ognuna delle tre leggi, segnalando, alla fine, ciò che è stato detto a favore, e contro, e, nel caso Peruviano, evidenziando i risultati nefasti della legge nella regione amazzonica.

Questa zona di triplice frontiera, delineata dal Rio delle Amazzoni, è una regione di alta mobilità e complessità sociale, dove abitano, circolano e confluiscono indigeni di vari gruppi etnici, oltre che ai “meticci” e “bianchi” dei tre paesi. . Le popolazioni indigene sono per lo più formate da indigeni dell’etnia Ticuna (approssimativamente 45.000 persone nei tre paesi), Yagua (circa 4000 perone nei territori Colombiani e Peruviani), Uitoto(presenti in Colombia con circa 300 persone che convivono con famiglie Bora, Andoque, Yucuna e Ocaina) e Cocama(una popolazione di circa 80.000 persone distribuite nei tre paesi).>>

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...